IL CONFRONTO.

MOLTEPLICITÀ DI IDEE.


Partiamo  da qui, da questa definizione: confrontare è considerare due o più cose o persone, in rapporto alle loro differenze o somiglianze, in modo che se ne possa permettere la valutazione. Possiamo aggiungere anche: confrontare è utile per capire meglio noi stessi e le nostre idee.

Ma confrontarsi con gli altri spesso non è facile, perché ciò significa andare incontro alla possibilità di mettere in gioco le proprie certezze, i propri convincimenti; ma aprirsi al confronto significa anche scoprire che vi sono una molteplicità e una varietà di idee, di stili di vita e di sensibilità che vanno comunque sempre rispettate.

Infine, confrontarsi significa anche avere la pazienza di sapere ascoltare anche chi non la pensa come noi e magari anche ammettere i propri errori di valutazione.

IL CONFRONTO COME STRUMENTO PER MIGLIORARE LA SOCIETÀ.


Oggi si sente molto parlare di confronto sui giornali, alla radio, in televisione, su internet … Molti politici parlano di “aprire un confronto sereno e costruttivo” su molti argomenti “tra maggioranza e opposizione” (1); durante i consigli europei a Bruxelles, si parla di “confronto tra i governi europei” (2). E poi il confronto – si dice – è aperto all’interno della società italiana, sui temi più svariati.

Da sempre, quindi, il confronto ha contribuito alla soluzione dei problemi e alla nascita o al miglioramento di alcune idee o intuizioni. In altre parole, esso ha contribuito al miglioramento della società.

In pratica il confronto è tra i migliori e più efficaci strumenti di progresso e di sviluppo dell’umanità, tanto che in quei paesi in cui manca, si è assistito, nel corso del tempo, ad un decadimento del progresso sociale e culturale. Guai, quindi, se dovesse venire meno.

NOTE E FONTI :

(1) e (2) : Da vari quotidiani e telegiornali italiani.


Tags: ,

One Response to “IL CONFRONTO.”

  1. [...] tempo fa, su questo blog, avevamo pubblicato un post sul confronto, e avevamo visto cosa fosse e a quali risultati esso porti [...]

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.