Sport. LE EMOZIONI DEL GIRO.

Da qualche giorno è iniziato il Giro d’Italia, la manifestazione ciclistica a tappe più famosa nel nostro Paese. L’edizione 2011 si svolge nell’anno del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

Il Giro è mito, storia, tradizione, è il filo rosa che ogni anno unisce il Paese.

Agli italiani piace forse perché quasi ricorda i mille di Garibaldi, i quali salparono da Quarto (presso Genova) per sbarcare a Marsala e salire su sino a Teano.

Ma piace anche per il fatto che grazie a questa manifestazione gli italiani riescono a scoprire luoghi belli ed interessanti di questa nostra penisola.

Il Giro d'Italia a Verona nel 2008. © Foto Archivio progetto I.L.I.E.

O forse piace perché, nonostante qualcuno tenti di trovare scorciatoie attraverso l’utilizzo di sostanze non legali, il ciclismo rimane uno sport vero, di fatica e passione, e il Giro tutto ciò lo riesce a trasmettere. Così come riesce a trasmettere l’emozione per una tragica fatalità, avvenuta nel corso della terza tappa, che ha portato via la vita al giovane ciclista belga Wourter Weylandt.

Comunque il Giro rimane il rituale che ogni anno si ripete, e ogni anno sa regalare emozioni sempre nuove ed è l’annuncio dell’inizio della bella stagione che arriva e che invita tutti, grandi e piccini, a salire su una bici.

Tags: , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.