02 – UN PICCOLO VIAGGIO TRA GLI STEREOTIPI E I PREGIUDIZI.

Nel corso del tempo sia gli stereotipi sia i pregiudizi hanno fatto parecchi danni. Un esempio per tutti: il modo in cui i giovani nobili europei hanno affrontato e vissuto il Grand Tour, un percorso formativo molto in voga tra il XVIII° e il XIX° secolo e che consisteva nel visitare i paesi del sud Europa, come Francia, Italia e Grecia, luoghi ricchi di storia, di arte e di cultura.

Per questi giovani nobili (soprattutto inglesi), l’Italia era “il paese della bellezza e della cultura” (3) ma anche gli italiani erano “una razza piena di ingegno ma corrotta, inaffidabile, licenziosa” (4). Ma come fa notare il giornalista Corrado Augias : “Nessuno si era mai chiesto come fosse possibile che una razza così corrotta, inaffidabile e licenziosa fosse riuscita a creare tali testimonianze non solo di bellezza ma di una bellezza armoniosa”(5).

Una volta che questi giovani rampolli rientravano a casa loro, descrivevano “che la penisola si presentava come un immenso museo in rovina popolato da gente miserabile e viziosa [ … ] inconsapevole delle glorie passate” (6). Nel Regno Unito, l’idea che si aveva era quella che fossimo sì cordiali, ma tuttavia poco affidabili e vendicativi. Un giudizio che a tutt’oggi non sembra essere cambiato da quelle parti.

I giovanotti anglosassoni affrontavano il viaggio in Italia come se fosse una avventurosa e pericolosa spedizione, tanto da essere riluttanti ad entrare in contatto con gli autoctoni, attraversando il bel Paese chiusi all’interno delle loro carrozze e giudicando sbagliato ciò che non rientrava nei canoni del pensiero e del modo di vivere anglosassone. Ma quando gli inglesi lasciavano la loro amata isola per venire a vivere stabilmente in Italia, essi scoprivano che gli italiani erano ben diversi da come solitamente i consolidati stereotipi e pregiudizi dipingevano gli abitanti della penisola dalla curiosa forma di stivale.

Ecco perché è importante conoscere prima di giudicare, prima di emettere sentenze, prima di adottare provvedimenti legislativi che potrebbero sfociare in atteggiamenti razzisti. È solo dalla non conoscenza, dall’ignoranza che nasce la paura verso l’altro.

2 – Continua.

Testo di: Michele Tonin per progetto I.L.I.E.

FONTI:

(3) da: Corrado Augias – “I segreti di Londra” – Arnoldo Mondadori Editore, 2003.

(4) da: Corrado Augias – “I segreti di Londra” – Arnoldo Mondadori Editore, 2003.

(5) da: Corrado Augias – “I segreti di Londra” – Arnoldo Mondadori Editore, 2003.

(6) da: Corrado Augias – “I segreti di Londra” – Arnoldo Mondadori Editore, 2003.

Tags: , , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.